Benvenuto nel club!

Cerchi uno sport di squadra a contatto con la natura e all'insegna dell'onestà? Ecco il softair

Questo sport ha origini in America negli anni '80 da una pausa pranzo tra boscaioli dotati di marcatori a vernice che dopo essersi sparati con queste pistole a vernice hanno trovato la cosa interessante e da li è diventato uno sport cioè il paintball. Questo usa pallini pieni di vernice calibro 12 che viaggiano a 150m/s. Il paintball poi è stato rielaborato in Giappone dove i marcatori hanno preso la forma dei fucili regolamente usati dalle forze armate e i pallini sono stati ridotti a sfere piene da 6 mm di plastica biodegradabile spinti da un getto d'aria da cui il nome softair in italia e airsoft all'estero.

Cosa ti serve per cominciare

Il softair in quanto simulazione di tattiche militari cerca di fornire agli atleti riproduzioni fedeli delle armi utilizzate realmente dalle diverse forze armate. Il fucile ha un ruolo fondamentale nel gioco, è l'unico marcatore e determina chi è stato colpito. L'avversario che percepisce il pallino su una qualsiasi parte del proprio corpo o arma si deve definire colpito e qui entra in gioco l'onestà dell'atleta che è l'anima gel gioco.

Per giocare a softair è necessario una protezione minima per gli occhi come gli occhiali, che siano resistenti al pallino, meglio ancora si può usare la maschera che protegge il volto da fastidiosi rossori provocati dall'impatto del pallino con la pelle. Di protezioni ce ne sono tante ma per compinciare ti possiamo fornire noi le protezioni adatte per poterti avvicinare al softair senza farti male.

Il softair si svolge nei boschi e per confondersi con la vegetazione l'abbigliamento fà la differenza. Se vuoi cominciare ti consigliamo una mimetica qualsiasi ma sappi che quella di squadra è la digital marpat woodland. Nei boschi si incontrano ostacoli sassi e buche e un buon paio di anfibi posso evitare storte e vesciche quindi procuratene un paio che ti blocchi bene la caviglia e non badare a spese per le scarpe e calze.

Da Instagram

    Onesti e corretti
    non solo in campo!

    Il softair si basa sull'onestà dei giocatori non essendoci un sistema di marcatura elettronico o visivo, ma spesso si sente il termine "highlander" (Immortale) che identifica il giocatore che nonostante sia stato colpito non si dichiara rovinando la dinamica del gioco e minado la fiducia nella sua persona. Nei Go Devils chi si dimostra insensibile al pallino viene allontanato dal club. Se non sei della Puglia ma vuoi praticare il softair puoi trovare l'elenco dei club d'Italia dal link qui sotto.
    CLUB D'ITALIA

    Eventi

    I Go Devils, come tutte le squadre di softair si allenano prevalentemente la domenica definendo durante la settimana, che la precede, il da farsi in funzione anche delle adesioni all'evento. Negli allenamenti si cerca di simulare lo scenario tipico dei tornei in cui una squadra(2/3 dei presenti) deve raggiungere e annientare un obbiettivo difeso dai rimanenti operatori(1/3 dei presenti). Così facendo formiamo i soci e definiamo i ruoli (navigatore, capo squadra, scout, carne da cannone) che devono avere nel club.

    Il torneo è il motivo di tanti allenamenti poichè non si gioca più in casa tra i soci del club stesso ma si gareggia contro altri club di softair. Ci sono diverse tipologie di tornei (MilSim, 8H, 24H,...) e ognuna richiede un setup adeguato per affrontarla. Alcuni tornei durano 24 ore iniziando il sabato pomeriggio e proseguendo per tutta la notte fino alla domenica senza interruzioni, spesso anche senza dormire, ma con l'adrenalina in circolo il sonno è l'ultimo dei problemi perchè il nemico è in aguato e cerca te.

    Non ci sarebbe club/gruppo senza le attività svolte al di fuori dell'ambito softair. Spesso si organizzano cene o andate al cinema per poterci frequentare e conoscere anche in abiti diversi dalla mimetica. Le riunioni sono anche frequenti e sono mirate ad affrontare eventuali problematiche presentate dai soci o per studiare i tornei a cui dovremo partecipare. Alle riunioni posso partecipare tutti i soci anche quando la riunione è stata indetta dal consiglio direttivo, perchè una voce in più fa sempre comodo.

    Uno sport per pochi, non per tutti

    Pochi sport come il softair mi hanno regalato così tante emozioni e così tante occasioni per conoscere nuovi amici che praticano il mio stesso sport. Ai tornei vado non per vincere ma per mettermi alla prova e mi stupisco sempre che i limiti nel gruppo non esistono perchè ci si sprona a vicenda e si impara sempre qualcosa di se stessi e degli altri.